Translate

Ficana Terra di Mezzo


FICANA TERRA DI MEZZO - PICCOLO FESTIVAL DI SOSTENIBILITÀ URBANA prospetta un nuovo approccio allo sviluppo del territorio marchigiano da un lato, attraverso la valorizzazione delle peculiarità ed eccellenze del borgo di Villa ficana a Macerata, e dall’altro focalizzandosi sulla salvaguardia e tutela dell’ambiente. 

Villa Ficana è un quartiere sottoposto a vincolo di interesse monumentale, ai sensi dell’art. 2 del Decreto Legislativo 29/10/1999 n.490 in virtù del suo valore storico architettonico. La sua origine risale alla metà dell’800, è costituito da più di cinquanta costruzioni in terra cruda disposte in schiere parallele lungo il versante nord della collina di Santa Croce, ad ovest del centro storico di Macerata. L'Amministrazione Comunale si è impegnata in un intervento di restauro che si è concluso recentemente (inizi 2013). 

Il Festival, nella prima edizione (settembre 2012) ha previsto le seguenti attività: costruzione di un forno di terra di quartiere, mercatino ortofrutticolo dei produttori del Mercato delle Erbe, conferenze ed incontri tematici, esposizioni multimediali, mostra fotografica, laboratorio di riconoscimento erbe spontanee, concerto jazz, aperitivo con la pizza cotta nel forno di terra, proiezione film, visite guidate alle case ristrutturate di proprietà del Comune di Macerata. 

La seconda edizione (settembre 2013) è stata invece caratterizzata da una cena all'aperto organizzata nei vicoli del borgo per presentare i risultati di un progetto che Gruca onlus ha realizzato nella provincia di santa Fè in Argentina, da uno spettacolo teatrale a cura di David Quintili, dall'allestimento di botteghe artigianali a cura dell'associazione Amanuartes, e da una mostra fotografica sulla storia del borgo realizzata in collaborazione con l'associazione culturale OZ.   

La terza edizione (settembre 2014) causa maltempo si è svolta presso gli Antichi Forni siti in Piaggia dell Torre - Macerata, e si focalizzato sulla musica e le arti visive. Il Festival ha visto la partecipazione di numerosi artisti nazionali ed internazionali del calibro di: The Space Lady (lo-fi / USA), Bear Bones Lay Low (psychedelic / Belgio), TUFO (elettronica / Italia), Above The Tree (alternative indie / Italia) e lo showcase di Sun Cat Recordings (sci-fi / Italia); Nicola Alessandrini e Gio Pistone (graffiti), Kind Of Empty (fotografia), Zuth e Lisa (visual art e illustrazioni), Marco Di Battista (visual art) e Emilio Antinori (installazioni). 

La quarta edizione (ottobre 2015) in concomitanza con l’Homebrewing day, ha avuto come tema dominante la birra artigianale prodotta nel territorio maceratese. Da mattina a sera tra viuzze, piazzole e casette in terra del piccolo borgo, si sono degustate diversi tipi di birra artigianale, pizze cotte al forno, legumi, panini e molto altro ancora.
E' stato mostrato come produrre la birra in casa e si sono organizzati stand di verdure a km 0 del progetto “Ortinsieme”, mercatino di indumenti vintage, installazionii ludiche per bambini da 0 a 99 anni, esposizioni artistiche di Nooz, una “Comic Zone” del fumettista maceratese Paciaraw e musica dal vivo con Beatrice Guazzaroni & the God’s oiled brothers, Luspread e Maria Gabrielli, tutti giovani artisti marchigiani. L’evento è stato realizzato da GruCA onlus in collaborazione con il Minimo Circolo Birraio, le associazioni OZ e Les Friches.

Tema e protagonista della quinta edizione (ottobre 2016) è stato il vino genuino, naturale e biologico, ma anche il rapporto che questo ha con il territorio, cultura e tradizioni locali, la terra e chi la lavora. Densissimo il programma e grande la partecipazione e la collaborazione di associazioni, artisti e il consorzio vitivinicolo Terroir Marche.  Oltre ai laboratori “Occhio al vino: confronto tra vino convenzionale e naturale”, “Bake off Ficana” con torte di fango e mosto per i bambini, “Senza etichetta: viaggio sensoriale nelle Marche del vino attraverso la degustazione alla cieca di cinque vini naturali” il festival ha previsto il “Salotto del vino: incontro pubblico con esperti e appassionati” e la musica dal vivo della band “Bitch Noise” (electro funky noise nostrano). Infine per tutta la durata dell’evento è stato possibile effettuare visite guidate gratuite all’Ecomuseo Villa Ficana, visionare installazioni artistiche de Les Friches, mercatino vintage, mercatino Ortoinsieme curato dall’Associazione I Nuovi Amici, un presidio di Seminterrati (gruppo di agricoltori locali legato alla rete nazionale di Genuino Clandestino), le illustrazioni di Emilia Patrignani, l’erborizzazione urbana con Herbartem, carne e verdure alla griglia, la sempre presente pizza cotta nel forno di terra e panini con formaggi e affettati. 

TESTIMONIANZE

FORNO DI TERRA E APERITIVO CRUDO

UNA GIORNATA A FICANA

MOSTRE

DIETRO LE QUINTE...